Quo vadis? » Istituto »

Corresponsabilità

Corresponsabilità

PATTO DI CORRESPONSABILITA’

La Scuola è l’ambiente educativo e di apprendimento in cui si promuove la formazione di ogni Studente e di ogni Studentessa attraverso l’interazione sociale in un contesto relazionale positivo, in primo luogo tra Studenti e Docenti, protagonisti del processo di insegnamento/apprendimento attuato nell’ottica di un’alleanza educativa con i Genitori, intesa quale rapporto costante, da stringere non solo in momenti critici, ma quotidianamente, nel rispetto dei reciproci ruoli e delle responsabilità di ciascuno.

L’Istituto di Istruzione Superiore “B. Russell” recepisce il principio secondo cui la formazione delle giovani generazioni, come persone e come cittadini, può avvenire solo attraverso una efficace e fattiva collaborazione con i Genitori, componente essenziale della comunità educativa, da valorizzare come risorsa preziosa per il raggiungimento dei fini istituzionali perseguiti dall’Istituto, nel pieno dispiegamento della professionalità docente e nel rispetto della persona dello Studente, chiamato ad assumere le proprie responsabilità e ad impegnare le proprie capacità nella costruzione di un solido, positivo e responsabile progetto di vita.

Per raggiungere tali obiettivi,

agli Studenti si chiede di:

- comportarsi secondo le regole della convivenza civile e del decoro, rispettare le opinioni altrui e le

decisioni democraticamente assunte dagli Organi Collegiali, rispettare e valorizzare la propria e l’altrui personalità, indipendentemente dalle diverse condizioni di cultura, di sesso, di nazionalità, di religione: condizioni che vanno intese come differenze che arricchiscono e non impoveriscono la comunità scolastica;

- concorrere al raggiungimento dei fini formativi del proprio corso di studi mediante la frequenza

regolare delle lezioni e delle altre attività scolastiche, nonché mediante l’impegno nello studio in vista della piena realizzazione del progetto educativo d’Istituto e dei progetti a cui decida di aderire;

- collaborare fattivamente con le diverse componenti della comunità educativa per favorire lo

svolgimento pieno e sereno dei compiti istituzionali della scuola;

- attenersi alle norme dettate dal Regolamento d’Istituto e dal Regolamento di Disciplina adottato

dall’Istituto;

- rispettare e valorizzare il patrimonio della scuola come bene proprio e come bene comune;

- partecipare alla vita democratica della scuola assumendosi le responsabilità che vi sono connesse,

con particolare riferimento alla rappresentanza degli Studenti ai diversi livelli previsti dalle norme.

- essere ordinati e precisi, in modo formale e sostanziale, in tutte le attività, di studio e non, connesse con la frequenza scolastica;

- frequentare regolarmente le lezioni, in particolare in occasione delle verifiche;

- partecipare alle lezioni con serietà ed attenzione;

- portare a scuola il materiale necessario all’attività didattica;

- eseguire puntualmente i compiti assegnati e studiare gli argomenti trattati in classe in modo

sistematico;

- sottoporsi alle verifiche e alle valutazioni del processo formativo e svolgere con puntualità i compiti assegnati;

- eseguire i compiti in classe autonomamente;

- informarsi con sollecitudine, in caso di assenza, sul lavoro svolto in classe;

- partecipare in modo responsabile a iniziative ritenute utili e qualificanti.

- rispettare, accogliere ed avere fiducia nei docenti, non solo per il loro ruolo istituzionale e per il livello culturale raggiunto, ma in quanto esempio di consapevolezza, di capacità a trasferire il proprio bagaglio umano e la propria presenza affettiva con disinteresse, sensibilità e comprensione.

- dialogare in maniera aperta e pacata con i compagni, gli Insegnanti e gli altri interlocutori all’interno della scuola;

- rispettare le opinioni altrui in nome della tolleranza, della convivenza civile, del dialogo;

- ascoltare attentamente la lettura delle circolari e consegnare puntualmente ai Genitori le comunicazioni della scuola;

Nel rimandare, per ogni specifica, al Regolamento di Disciplina degli Studenti adottato dagli OOCC dell’Istituto, si pone l’attenzione, in particolare, sul fatto che

• agli Alunni è vietato l’uso dei cellulari, videofonini, videocamere, o simili, durante le attività didattiche e che, in ogni caso, l’uso di strumenti atti a fotografare o filmare deve avvenire nel rispetto delle norme sulla Privacy;

• agli Alunni è assolutamente vietato di introdurre a Scuola oggetti che possano costituire pericolo

(coltellini, bombolette, petardi, o altro) o sostanze dannose per la salute;

nell’Istituto è fatto divieto assoluto di fumo (tale divieto riguarda chiunque si trovi all’interno degli spazi dell’Istituto).

Gli insegnanti si impegnano a:

- creare a scuola un clima di serenità, cooperazione e armonia;

- promuovere con ogni singolo alunno un clima di confronto e di reciprocità per riconoscerne il vissuto e per motivarlo all’apprendimento.

- usare la propria intelligenza e sensibilità per comprendere la persone che hanno di fronte, al fine di

emergere dai canoni meramente didattici per spostarsi in ambiti educativi dal punto di vista umano;

rappresentare un modello in quanto a educazione, preparazione, patrimonio di conoscenza, sensibilità d’animo e personalità.

- favorire capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità;

- rispettare il proprio orario di servizio;

- realizzare i curricoli disciplinari, le scelte organizzative e le metodologie didattiche elaborate nel Piano dell’Offerta Formativa;

- motivare alla famiglia, negli incontri periodici programmati, la valutazione relativa al processo

formativo e qualsiasi altra difficoltà riscontrata nel rapporto con l’alunno (carenza d’impegno,

violazione delle regole…);

- ricevere i genitori compatibilmente con il proprio orario di servizio;

- informare la Classe sugli elementi essenziali della propria programmazione, fornendo precise indicazioni sul percorso necessario per conseguire le conoscenze e le abilità richieste;

- venire incontro alle difficoltà che Studenti singoli o la Classe in genere possono incontrare, cercando insieme adeguate soluzioni;

- valutare nel modo più trasparente e oggettivo possibile le prove degli Allievi, esplicitando quali elementi contribuiscono alla valutazione delle verifiche, sia scritte sia orali, e quali sono i requisiti

minimi per la sufficienza;

- programmare le prove di verifica con adeguato anticipo, tenendo conto possibilmente del carico di

lavoro degli Allievi;

- adeguare le prove di verifica agli argomenti svolti e al tipo di lavoro effettuato in Classe;

- consegnare le verifiche corrette in tempi ragionevoli e comunque prima che sia effettuata una nuova verifica della stessa materia;

- assegnare le valutazioni dell’orale subito dopo l’interrogazione;

- leggere e, quando necessario, spiegare le circolari.

L’istituzione scolastica inoltre s’impegna a :

- adottare e rispettare il Regolamento e il Piano dell’Offerta Formativa, e a modificarli previa la consultazione degli Studenti e dei Genitori;

- a dare tempestive informazioni delle iniziative più rilevanti, d’interesse di Studenti, Genitori, Docenti, promosse dai diversi enti.

Ai Genitori si chiede di:

- partecipare in forma attiva e responsabile alla vita della Scuola secondo le modalità previste da leggi e regolamenti;

- essere presenti nella vita scolastica dei propri figli ottemperando tempestivamente a tutte le richieste previste da leggi e regolamenti;

- attivare con i Docenti un dialogo costruttivo sulle scelte di loro competenza in tema di progettualità della scuola, scelta dei libri di testo e del materiale didattico;

- sostenere, favorire e collaborare alla realizzazione del progetto educativo d’Istituto al fine di contribuire alla crescita e alla formazione della persona dei propri figli.

- segnalare ai eventuali problematiche affettive, relazionali, cognitive che possano aiutare i Docenti ad impostare una più serena ed efficace attività di insegnamento/apprendimento;

- informarsi regolarmente dell’andamento didattico e disciplinare del proprio figlio;

- vigilare sulle assenze, nella consapevolezza che la frequenza regolare è un elemento fondamentale

per il successo scolastico;

- giustificare sempre le assenze;

- collaborare con la scuola affinché il proprio figlio rispetti l’orario d’ingresso a scuola e limiti le uscite anticipate;

- leggere tempestivamente le comunicazioni della Scuola alla Famiglia e riconsegnare, ove previsto, il cedolino di presa visione;

- partecipare con regolarità alle riunioni previste;

- controllare attraverso un contatto frequente con i docenti che l’alunno rispetti le regole della scuola (corredo scolastico, divieto di cellulare, soldi e oggetti di valore, rispetto delle cose proprie e altrui, dell’ambiente scolastico ecc…), che partecipi attivamente e responsabilmente alla vita della scuola e curi l’esecuzione dei compiti;

- leggere con attenzione lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti;

- leggere con attenzione il Regolamento di Istituto, il Regolamento di disciplina degli Studenti e il Piano dell’Offerta Formativa;

- assumersi l’impegno di rispondere direttamente (anche economicamente) dell’operato dei propri figli quando violino i doveri sanciti dal regolamento d’Istituto e dallo Statuto degli Studenti.

In particolare, i Genitori si impegnano a

• ritirare in Segreteria il libretto delle giustifica, sul quale vanno apposte le firme di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci;

• depositare in Segreteria almeno un recapito telefonico al quale possano essere sempre reperibili

A partire da questo anno scolastico, essendo numerose le novità sopraggiunte nella scuola secondaria di II°grado, si richiede altresì:

- di conoscere ogni aspetto dei Regolamenti d’Istituto, comprese le più recenti disposizioni espresse

nella Direttiva n. 104 del 30/11/07 (utilizzo dei cellulari e di strumenti elettronici…) e ciò che concerne

le disposizioni atte alla protezione dei dati personali (d.lgs. 30/06/03), nonché lo Statuto delle

Studentesse e degli Studenti (d.P.R. 24/6/1998 n. 249 e modificato con d.P.R. n. 235 del 21/11/07).

- di conoscere ed approvare, nelle sue linee essenziali,il contenuto del POF e dei vari Regolamenti dell’Istituto.

- di condividere le finalità educative dell’Istituto, consapevole che, nonostante la scuola sia un ambiente educativo e formativo essenziale, non è pensabile un’azione educativa efficace a fronte di messaggi ambigui, divergenti, ambivalenti;

- Di essere a conoscenza dell’attuazione del nuovo obbligo d’istruzione (D. M. n.139/07) che prevede il raggiungimento non solo di conoscenze di base, ma anche di competenze indispensabili

all’inserimento di una persona nell’ambito sociale;

- Di essere a conoscenza di tutte le iniziative che l’Istituto ha programmato al fine di offrire agli studenti ampie possibilità di recupero dei debiti formativi.

RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA

L’Istituto garantisce una fattiva e continua collaborazione con le Famiglie in particolare attraverso i seguenti strumenti e/o modalità organizzative:

1. Ricevimento dei Genitori secondo le seguenti modalità:

- incontro mattutino con cadenza settimanale con i singoli Insegnanti in ore e giornate fisse (da ottobre a maggio, escluso gennaio) secondo l’orario di ricevimento comunicato ai Genitori all’inizio di ottobre;

- possibilità di incontro mattutino con il singolo Insegnante su appuntamento richiesto dal Genitore,

possibilmente tramite il figlio;

2. Ricevimento dei Genitori da parte del Dirigente Scolastico previo appuntamento;

3. Informazione alla fine del 1° e 3° bimestre sull’andamento didattico attraverso una nota informativa delle valutazioni;

4. Informazione, dopo lo scrutinio intermedio e dopo lo scrutinio finale, sulle carenze dello Studente, redatta ai sensi dell’OM 92/07; delle modalità di recupero/sostegno individuate dal Consiglio di Classe; dell’esito delle prove di verifica al termine del corso di recupero/sostegno organizzato dall’Istituto;

5. Convocazione, dopo il I Quadrimestre, per criticità relative a comportamento, interesse, frequenza

irregolare, presso il Dirigente Scolastico, il Docente Coordinatore di Classe, il singolo/singoli Docente/i;

6. Informazione telefonica ai Genitori nel caso di un numero eccessivo di richieste di ingresso posticipato o di uscita anticipata;

7. segnalazione telefonica ai Genitori di assenze ritenute “anomale”;

8. Convocazione dei Genitori per problemi particolari degli Allievi, su iniziativa del singolo Docente o dell’Ufficio di Presidenza.

L’Istituto garantisce, infine, nel rispetto dei diritti acquisiti per legge dagli Alunni maggiorenni, modalità di informazione ai Genitori sull’andamento didattico e disciplinare degli Alunni stessi, previa liberatoria firmata contestualmente da genitore e figlio/a maggiorenne.

Si ricorda che in caso di danneggiamenti di oggetti o suppellettili varie di proprietà della Scuola, per cui non si sia individuato il o i colpevole/i, il risarcimento verrà suddiviso tra tutti gli studenti corresponsabili, in caso di maggiore età, o tra le famiglie degli studenti in altro caso.

Per ogni ulteriore specifica, relativa ai comportamenti auspicati/sanzionati – di Studenti, Docenti, Personale ATA – , si rimanda al Regolamento di Istituto e al Regolamento di Disciplina degli Studenti.

Ulteriori indicazioni normative sono reperibili sul sito del Ministero (www.istruzione.it ).